Non tutte le menopause sono uguali

Vampate di calore, calo della libido ed effetti della terapia ormonale sostitutiva. Ogni donna vive questo periodo di transizione in modo diverso. Ecco i miti da sfatare.

MenopausaLa menopausa è l’evento fisiologico che nella donna corrisponde al termine del ciclo mestruale e dell’età fertile. Tutte lo devono affrontare, di solito attorno ai 50 anni. Quanto ai sintomi, che si presentano già durante la perimenopausa, il più comune è rappresentato dalle vampate di calore. Tutto vero, anche se una ricerca della University of Pittsburgh ha dimostrato che arrivano con modalità differenti in base a razza, peso e stile di vita della donna che entra in menopausa. Le asiatiche, buon per loro, hanno ad esempio sintomi blandi, mentre le donne di colore, quelle che consumano alcolici e che soffrono di ansia e depressione, di solito li hanno molto intensi. Sintomi precoci, che iniziano fino a dieci anni prima della menopausa, ‘toccano’ invece alle donne obese e a coloro che hanno problemi di salute (le due cose sono tra l’altro correlate). Al contrario, le donne con un basso indice di massa corporea, ma anche le fumatrici, di solito hanno sintomi solo nella parte finale della perimenopausa. Per tante donne la menopausa è ancora un argomento tabù, e per questo sono tanti i falsi miti che la circondano. Con un articolo su Telegraph Women, la dottoressa Justine Setchell, membro della British Menopausa Society, ha provato a sfatarne alcuni.

vampateNON C’È MENOPAUSA SENZA VAMPATE
Le vampate di calore sono il classico sintomo della menopausa, insieme all’aumento della sudorazione notturna. Ma non tutte le donne le sperimentano. Il corpo può rispondere in modo diverso al calo di estrogeni: ad esempio con dolori diffusi alle articolazioni.

LA MENOPAUSA ARRIVA A 50 ANNI
Di solito le donne entrano in menopausa tra i 45 e i 55 anni. La maggior parte di loro, per la precisione, lo fa a 51. La dottoressa Setchell precisa però che ogni donna deve essere consapevole che la menopausa può arrivare in qualsiasi momento dopo gli ‘anta’. E che l’insufficienza ovarica precoce, anche se molto rara, può colpire anche prima. Per le più giovani, in questo caso è importante rivolgersi a degli specialisti, perché una mancanza di estrogeni può portare all’osteoporosi.

libidoIL CALO DELLA LIBIDO È INEVITABILE
Vero, ma solo in parte. In effetti il calo del desiderio sessuale è in effetti un’esperienza che moltissime donne vivono con la menopausa. Il fatto è che in molti credono che sia dovuto alla mancanza di estrogeno, mentre secondo la dottoressa Setchell tra le principali cause c’è la secchezza vaginale (un altro sintomo della menopausa), che comporta difficoltà nell’amplesso.

LA TERAPIA ORMONALE SOSTITUTIVA FA MALE
Aumento di incidenza di ictus, embolia polmonare, demenza e tumore, soprattutto alla mammella. C’è chi sostiene che gli effetti nocivi della combinazione degli estrogeni e progestinici superino, nella maggior parte delle donne, superino i benefici della prevenzione dei disagi dovuti al calo di estrogeni e progesterone. Ci sono delle controindicazioni, questo è confermato, ma controlliamo i numeri: in media, su mille donne 50enni, 22 sviluppano nei sette anni successivi un tumore alla mammella. Se lo stesso campione si sottoponesse alla terapia ormonale sostitutiva, solo 5 donne in più correrebbero questo rischio.

brain fogI SINTOMI SONO SOPRATTUTTO FISICI
A vampate e sudate notturne, va aggiunta anche la secchezza vaginale. C’è poi il mal di testa. Ma i sintomi della menopausa non sono solo fisici. Le donne possono sperimentare repentini cambi di umore, depressione e ansia, persino una certa confusione mentale. Può capitare infatti che il cervello viva momenti di annebbiamento: «Non riescono a essere lucide, spesso non trovano le parole. Ciò può essere dovuto alla mancanza di sonno e alla stanchezza», spiega Justine Setchell.

LA MENOPAUSA DURA POCHI ANNI
La perimenopausa è il periodo che precede la menopausa. Di solito dura 12 mesi, durante i quali le mestruazioni diventano irregolari e via via meno abbondanti, fino a scomparire. Ma non è sempre così: alcune donne, infatti, durante la perimenopausa hanno mestruazioni più abbondanti e dolorose di prima. Quanto ai tempi, la durata media della menopausa è di quattro anni, ma alcune donne la ‘sperimentano’ anche per dieci. La durata è legata tra l’altro al momento della loro comparsa: prima insorgono i sintomi, più a lungo durano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Menopausa Argomenti: Data: 25-08-2016 11:20 AM


Lascia un Commento

*