L'iniziativa

Un selfie con il rossetto sbavato contro il cancro

di Luca Burini
#SmearForSmear: la campagna social per prevenire il tumore al collo dell'utero.
L'immagine postata su Instagram da Georgia May Jagger, figlia del cantante dei Rolling Stones Mick Jagger.

L’immagine postata su Instagram da Georgia May Jagger, figlia del cantante dei Rolling Stones Mick Jagger.

Le regole del gioco sono poche e semplici. Basta mettere sulle labbra un po’ di rossetto, sbavarlo e scattare un selfie. Da postare poi sui social con l’hashtag #SmearForSmear che scherza con la parola inglese ‘smear’ che, letteralmente, significa ‘sbaffo’, ma può indicare anche lo ‘smear test’, il pap-test, ovvero lo strumento principale di prevenzione contro il tumore al collo dell’utero. L’iniziativa, lanciata dalla Jo’s Cervical Cancer Trust di Londra, ha già contagiato centinaia di donne. Anche famose. Come la modella Georgia May Jagger, figlia del cantante dei Rolling Stones Mick Jagger, che ha pubblicato la sua foto con il rossetto sbavato su Instagram chiedendo alle colleghe Cara Delevingne e Suki Waterhouse di fare lo stesso.

IN ITALIA 3.500 NUOVI CASI ALL’ANNO
Perchè la prevenzione non è mai abbastanza. Secondo l’AIRC, infatti, in Italia ogni anno si manifestano circa 3.500 nuovi casi e una donna su 10.000 riceve una diagnosi di tumore della cervice in forma avanzata. Più grave la situazione in Gran Bretagna dove negli ultimi dieci anni, i casi di tumore al collo dell’utero sono aumentati del 59,2% nelle donne di età compresa tra i 25 e i 29. Stando alle statistiche, ogni giorno viene diagnosticato questo tipo di cancro a circa otto donne inglesi sotto i 35 anni. Inoltre circa il 33,7% delle giovani donne tra i 25 e i 29 anni, poi, non si sottopone al pap-test: la maggior parte di loro ammette di trovarlo doloroso e imbarazzante, mentre altre credono che non sia così necessario. Ma, anche se le probabilità di morire a causa di questa malattia sono inferiori all’1‰, la Jo’s Cervical Cancer Trust ha sottolineato l’importanza dell’esame che «salva circa 5000 vite ogni anno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Corpo&Mente Argomenti: , , Data: 29-01-2015 03:29 PM


Lascia un Commento

*