Malattie pediatriche

Lipodistrofia generalizzata acquisita

È una sindrome da insulino-resistenza che comporta un aumento del rischio cardiovascolare.
La lipodistrofia generalizzata acquisita può colpire sia i bambini sia gli adulti.

La lipodistrofia generalizzata acquisita può colpire sia i bambini sia gli adulti.

La lipodistrofia generalizzata acquisita appartiene al gruppo delle sindromi lipodistrofiche da perdita di tessuto adiposo. È una sindrome da insulino-resistenza che comporta un aumento del rischio cardiovascolare.

COME SI RICONOSCE

La lipoatrofia compare durante l’infanzia, l’adolescenza o l’età adulta, facendo ritenere che si tratti di una condizione acquisita. In alcuni casi, la perdita di tessuto adiposo è localizzata, soprattutto se è preceduta da una panniculite. La sindrome si associa ad appetito vorace e accelerazione della crescita durante l’adolescenza. In un terzo dei casi si manifesta acanthosis nigricans e la sindrome dell’ovaio policistico. Sono comuni anche l’epatomegalia con steatosi e il rischio di progressione verso la cirrosi.

COME SI CURA

Il trattamento dei sintomi metabolici non è diverso da quello impiegato per le altre forme di insulino-resistenza: esercizio fisico, sensibilizzatori dell’insulina, antiipertensivi e monitoraggio e trattamento dell’ipertrigliceridemia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Corpo&Mente Argomenti: , Data: 24-11-2014 06:22 PM


Lascia un Commento

*