Malattie pediatriche

Linfedema primitivo

Il disturbo può essere congenito, a esordio precoce o a esordio tardivo.
Il  linfedema primitivo è una patologia che colpisce gli arti.

Il linfedema primitivo è una patologia che colpisce gli arti.

Il linfedema primitivo è una patologia che si associa a una distensione cronica degli arti, secondaria all’accumulo della linfa negli spazi interstiziali, in particolare nei tessuti sottocutanei.

COME SI RICONOSCE

Il disturbo può essere congenito, a esordio precoce o a esordio tardivo. Colpisce di solito uno o entrambi gli arti inferiori (80%) e, meno frequentemente, un arto superiore, il viso o i genitali esterni. L’esordio è in genere distale (a livello delle dita dei piedi). Il segno di Stemmer (difficoltà ad afferrare una plica cutanea sulla parte dorsale del secondo dito dei piedi) è uno dei sintomi più caratteristici.

COME SI CURA

La presa in carico iniziale comprende una fase di trattamento (2-3 settimane) durante la quale vengono usate fasciature giornaliere a più strati, leggermente elastiche e si utilizza eventualmente il drenaggio linfatico manuale per ridurre le dimensioni dell’edema. Successivamente, nella fase di mantenimento, i pazienti devono indossare indumenti compressivi elastici (calzini, calze) durante il giorno per ridurre il volume.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Corpo&Mente Argomenti: , Data: 21-11-2014 06:41 PM


Lascia un Commento

*