Malattie pediatriche

Sindrome di Van der Woude

Il segno più comune sono le fossette labiali, presenti nell'88% dei pazienti.
La sindrome di Van der Woude è un difetto nello sviluppo cranio-facciale.

La sindrome di Van der Woude è un difetto nello sviluppo cranio-facciale.

La sindrome di Van der Woude è un difetto dello sviluppo cranio-facciale, caratterizzato dall’associazione tra fossette o fistole sul labbro inferiore e labioschisi e/o palatoschisi.

COME SI RICONOSCE

Il quadro clinico è estremamente variabile e presenta tutte le combinazioni possibili (alcuni pazienti presentano solo fossette sul labbro inferiore, o oligodontia, o labioschisi o palatoschisi isolate di gravità variabile). Il segno più comune sono le fossette labiali, presenti nell’88% dei pazienti.

COME SI CURA

Di solito, le fossette labiali sono asintomatiche, ma la loro resezione chirurgica può essere suggerita da motivi estetici o dalla necessità di ridurre la suppurazione mucosa o l’eccessiva salivazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Corpo&Mente Argomenti: , Data: 19-11-2014 06:45 PM


Lascia un Commento

*