Malattie pediatriche

Ittiosi epidermolitica superficiale

Si manifesta alla nascita o in epoca neonatale, con la formazione poco accentuata di bolle superficiali.
L'ittiosi epidermolitica superficiale  esordisce nei primi mesi di vita.

L’ittiosi epidermolitica superficiale esordisce nei primi mesi di vita.

L’ittiosi epidermolitica superficiale è una patologia a esordio infantile caratterizzata alla nascita dalla presenza di vesciche ed erosioni superficiali.

COME SI RICONOSCE

I segni clinici sono simili, ma più lievi, rispetto a quelli dell’ittiosi epidermolitica. Si manifesta alla nascita o in epoca neonatale, con la formazione poco accentuata di bolle superficiali, più frequente sulle aree flessorie, sulle creste tibiali, sull’addome e sulle estremità. Dopo un paio di settimane, la cute comincia a staccarsi lasciando delle aree scoperte caratteristiche, con cute normale. Soprattutto sugli arti, sulla parte inferiore del tronco e sulle aree flessorie si sviluppa una lieve ipercheratosi variabile di colore grigio, ad andamento ondulato. La formazione delle vescicole si attenua con l’età, ma persiste durante l’infanzia e, a volte, anche nell’età adulta, in risposta ai traumi, al calore o alla sudorazione eccessiva.

COME SI CURA

Il trattamento è sintomatico. I cheratolitici topici blandi e gli emollienti possono essere usati per ridurre l’ipercheratosi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Corpo&Mente Argomenti: , Data: 19-11-2014 06:59 PM


Lascia un Commento

*