Malattie pediatriche

Epilessia mioclonica familiare benigna dell'adulto

A dispetto del nome può colpire anche in età pediatrica: l'età di esordio varia da 11 a 50 anni.
L'epilessia mioclonica familiare benigna dell'adulto  coloisce fra 11 e 50 anni.

L’epilessia mioclonica familiare benigna dell’adulto coloisce fra 11 e 50 anni.

L’epilessia mioclonica familiare benigna dell’adulto è una sindrome epilettica ereditaria caratterizzata da tremori corticali alle mani e scosse miocloniche. A dispetto del nome può colpire anche in età pediatrica: l’età di esordio varia da 11 a 50 anni.

COME SI RICONOSCE

La malattia provoca convulsioni occasionali generalizzate o focali a evoluzione non progressiva o lentamente progressiva, senza demenza precoce o atassia cerebellare.

COME SI CURA

Il tremore corticale (a differenza di quello essenziale) di solito presenta scarsa risposta ai beta-bloccanti, ma migliora con gli antiepilettici.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Corpo&Mente Argomenti: , Data: 07-10-2014 04:27 PM


Lascia un Commento

*