Malattie pediatriche

Embriopatia da talidomide

Nei bambini esposti durante i primi due mesi di vita embrionale sono state osservate malformazioni strutturali.
L' embriopatia da talidomide è causata da un farmaco sedativo.

L’ embriopatia da talidomide è causata da un farmaco sedativo.

La cosiddetta embriopatia da talidomide è una patologia a esordio infantile causata dall’esposizione del feto a un farmaco sedativo, commercializzato per la prima volta alla fine degli anni ’50. L’esposizione materna nelle 4-6 settimane dopo il concepimento è stata associata a gravi difetti in riduzione degli arti, soprattutto focomelia, cioè agenesia delle parti intercalari degli arti (omero e/o avambraccio, femore e/o parte inferiore della gamba), con segmenti distali normali o alterati (dita/mani o dita dei piedi/piedi).

COME SI RICONOSCE

Nei bambini esposti durante i primi due mesi di vita embrionale sono state osservate malformazioni strutturali: emangioma sul viso, atresia esofagea e duodenale, tetralogia di Fallot, agenesia renale e anomalie dell’orecchio esterno (anotia o microtia). Circa il 20% delle gravidanze esposte durante l’organogenesi si associa a difetti nei neonati.

COME SI CURA

Il trattamento si basa sulla prevenzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Corpo&Mente Argomenti: , Data: 29-09-2014 04:03 PM


Lascia un Commento

*