Malattie pediatriche

Odontodisplasia regionale

La malattia colpisce maggiormente le femmine rispetto ai maschi e non sembra avere una prevalenza diversa nei diversi gruppi etnici.
L'odontodisplasia regionale è una malattia dello sviluppo.

L’odontodisplasia regionale è una malattia dello sviluppo.

L’odontodisplasia regionale è un’anomalia dello sviluppo localizzata dei tessuti dentali. La malattia colpisce maggiormente le femmine rispetto ai maschi e non sembra avere una prevalenza diversa nei diversi gruppi etnici. La patologia di solito colpisce maggiormente la mascella rispetto alla mandibola ed è per lo più monolaterale.

COME SI RICONOSCE

I denti delle persone affette sono di solito ipoplasici, piccoli e dismorfici, con cavità e solchi superficiali e colore giallo o bruno. Altre caratteristiche comuni sono le anomalie dell’eruzione, che può essere ritardata e gli ascessi o le fistole in assenza di carie.

COME SI CURA

Il trattamento è soprattutto di tipo conservativo e comprende l’eventuale cura della pulpite e della necrosi, al fine di conservare il più a lungo possibile i denti affetti e lo sviluppo normale della mascella. Se è necessaria l’estrazione, i denti estratti devono essere sostituiti con apparecchi mobili per preservare l’aspetto estetico e la funzionalità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Corpo&Mente Argomenti: , Data: 02-09-2014 04:15 PM


Lascia un Commento

*