Malattie pediatriche

Distrofia maculare vitelliforme

La lesione vitelliforme caratteristica consiste in una cisti maculare, simile al tuorlo dell'uovo.
La distrofia maculare vitelliforme esordisce nella prima infanzia.

La distrofia maculare vitelliforme esordisce nella prima infanzia.

La distrofia maculare vitelliforme è una distrofia bilaterale della macula ereditaria caratterizzata dall’accumulo, al di sotto della retina, di materiale giallastro, a livello della macula.

COME SI RICONOSCE

L’esordio avviene nell’infanzia o nelle prime decadi di vita. La lesione vitelliforme caratteristica consiste in una cisti maculare, simile al tuorlo dell’uovo, con un diametro di 0,5-3,0, che spesso è asimmetrica. Tuttavia i segni maculari variano da una piccola macchia gialla, a lesioni vitelliformi multiple o atrofiche, fino alla formazione di una cicatrice corioretinica. I pazienti lamentano visione velata, indebolimento dell’acuità visiva o metamorfopsia. La malattia è lentamente progressiva e, alla fine, esita in un’atrofia dell’epitelio pigmentato della retina e dei fotorecettori e in un importante coinvolgimento della visione centrale.

COME SI CURA

Al momento non è disponibile nessuna terapia efficace.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Corpo&Mente Argomenti: , Data: 28-07-2014 01:16 PM


Lascia un Commento

*