Malattie pediatriche

Deficit congenito di sucrasi-isomaltasi

L'esordio di solito avviene durante la prima infanzia, al momento del passaggio dal latte materno.
Il deficit congenito di sucrasi-isomaltasi è un'intolleranza ai carboidrati.

Il deficit congenito di sucrasi-isomaltasi è un’intolleranza ai carboidrati.

Il cosiddetto deficit congenito di sucrasi-isomaltasi è un’intolleranza ai carboidrati caratterizzata da un assorbimento anomalo degli oligosaccaridi e dei disaccaridi. Colpisce in età pediatrica.

COME SI RICONOSCE

L’esordio di solito avviene durante la prima infanzia, al momento del passaggio dal latte materno o dai preparati in polvere a base di lattosio agli alimenti che contengono saccarosio o amido. I sintomi clinici comprendono la diarrea osmotica-fermentativa, la distensione e il peso addominale, la flatulenza e il vomito.

COME SI CURA

Il trattamento consiste in una dieta povera di saccarosio e di amido. È abbastanza efficace la terapia enzimatica sostitutiva basata su una soluzione orale di sucrasi derivata dai fermenti, che è in grado di diminuire i sintomi e migliorare lo stato nutrizionale. La prognosi è buona in quanto l’intolleranza agli amidi si risolve durante i primi anni di vita e l’intolleranza al saccarosio di solito migliora con l’età.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Corpo&Mente Argomenti: , Data: 01-07-2014 12:41 PM


Lascia un Commento

*