Malattie pediatriche

Sindrome di Haim-Munk

Di solito i pazienti mostrano chiazze squamose e eritematose.
La  sindrome di Haim-Munk colpisce i denti.

La sindrome di Haim-Munk colpisce i denti.

La sindrome di Haim-Munk è una malattia a esordio infantile caratterizzata da ipercheratosi palmoplantare, periodontite grave a esordio precoce, onicogriposi, piede piatto, aracnodattilia e acrosteolisi.

COME SI RICONOSCE

Oltre alla marcata cheratosi palmoplantare, i pazienti mostrano chiazze squamose e eritematose, circoscritte a livello dei gomiti, delle ginocchia, degli avambracci, delle gambe e del dorso delle mani. La periodontite grave, progressiva, a esordio precoce, interessa sia i denti decidui che quelli permanenti, si estrinseca con infiammazione gengivale e distruzione delle ossa alveolari e costituisce un segno caratteristico della malattia.

COME SI CURA

La patologia di solito non risponde alle tradizionali terapie parodontali. I pazienti possono trarre benefici dall’estrazione dei denti decidui associata ad antibiotici orali e alla pulizia dei denti da parte di uno specialista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Corpo&Mente Argomenti: , Data: 11-06-2014 04:08 PM


Lascia un Commento

*