NUTRICEUTICA

Cioccolato e barbabietole, alleati di salute

di Antonella Rossi
Sono potenti vasodilatatori naturali. Che abbassano pressione e colesterolo.
Cioccolato e barbabietola.

Cioccolato, curcuma e barbabietola, secondo la nutraceutica, la disciplina che studia gli estratti delle piante, hanno effetti benefici su corpo e mente. (Thinkstock)

Cioccolato, curcuma e barbabietola. Ma anche mele e lupini. Sono solo alcuni dei cibi più promettenti per la nutraceutica, la disciplina che studia gli estratti di piante, animali, minerali e microrganismi, sempre più utilizzati come alimenti e sotto forma di integratori.
CIOCCOLATO, MEGLIO AMARO
I benefici del cioccolato sono noti da tempo, soprattutto quelli psicologici. Stimola infatti la produzione di serotonina, l’ormone del buonumore, che svolge un’azione inibitoria e tranquillizzante, tanto che la sua diminuzione corrisponde a un aumento di aggressività. Il cioccolato però ha anche altre proprietà. «Quello amaro è ricco di flavanoli, nutrienti che appartengono alla famiglia dei flavonoidi, molto utili per prevenire e curare le patologie cardiovascolari», ha spiegato a Letteradonna.it  Cesare Sirtori, direttore del Centro Dislipidemie dell’Ospedale Niguarda, preside della facoltà di Farmacia dell’Università degli Studi di Milano e presidente della Sinut, Società italiana nutraceutica.
CONTRO IPERTENSIONE E COLESTEROLO
Il cioccolato, infatti, abbassa la pressione e il colesterolo. La scoperta, frutto di numerose ricerche, è stata possibile anche grazie a uno studio sulla popolazione degli indiani Kuni, gli abitanti di un’isola al largo 
di Panama, che consumano grandi quantità di cacao e che, forse grazie a questo, hanno la pressione bassa e una mortalità cardiovascolare molto ridotta rispetto ai panamericani. «Questi benefici sono stati riconosciuti anche dalll’Efsa, l’Agenzia europea per la sicurezza del farmaco, che ha approvato l’immissione sul mercato di particolari barrette amiche delle arterie, contenenti 10 grammi di cacao e 200 mg di flavanoli. Ne basta dunque davvero una piccola quantità per riportare la pressione sotto i livelli di guardia», aggiunge lo specialista.
BARBABIETOLA, POTENTE VASODILATORE
Il cioccolato non è però l’unico alimento salvavita. Altre ricerche dimostrano le proprietà benefiche delle proteine del lupino, molto valido in caso di ipertensione, così come ricco di proprietà è il succo di barbabietola. «Un recente studio inglese ha dimostrato che questo ortaggio è ricco di nitrati. Convertiti in nitrossido dal nostro organismo, si rivelano essere un vasodilatatore molto potente. In pratica, agiscono come un farmaco», spiega ancora Cesare Sirtori.
LA CURCUMA FA BENE AL CERVELLO
Promettenti anche gli studi sulla curcumina, il pigmento naturale presente nella curcuma. A differenza però di cioccolato e barbabietole, in questo settore la ricerca è ancora in una fase iniziale, e non esistono dati sufficienti per poter trarre delle conclusioni definitive. «La curcuma è uno degli integratori più antichi. Dalle indagini condotte finora sono emerse le sue proprietà antinfiammatorie e antiossidanti», svela l’esperto.
NUMEROSI EFFETTI BENEFICI
Secondo lo specialista, la sua assunzione sembrerebbe avere numerosi effetti benefici, in modo particolare sul cervello, perché è stato osservato che dove si consuma molto curry l’Alzheimer è meno diffuso. La curcuma, inoltre, influirebbe sulla differenziazione delle cellule staminali e sulla loro specializzazione in cellule cerebrali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Corpo&Mente Argomenti: , , , Data: 29-08-2013 09:01 AM


Lascia un Commento

*