ALLARME

Fumo, adolescenti a rischio osteoporosi

di Alma Pantaleo
Le sigarette minacciano la salute delle ossa. A dirlo un nuovo studio Usa.

 

Allarme per gli adolescenti che fumano.

Allarme per gli adolescenti che fumano: la sigaretta sarebbe responsabile della perdita di tessuto osseo nell’età della pubertà.

Non solo polmoni e cuore, il fumo ha un effetto deleterio anche sulle ossa. E sin dalla giovane età. A dimostrarlo è uno studio condotto dal Cincinnati Children’s Hospital Medical Center e dalle Università di Cincinnati e della Pennsylvania, il quale mette in guardia le ragazze che durante il periodo dell’adolescenza hanno iniziato a fumare, magari perché alle prese con le prime delusioni sentimentali o per darsi un tono.
PERDITA DI TESSUTO OSSEO
La bionda infatti, oltre agli ormai arcinoti effetti collaterali, sarebbe responsabile della perdita di tessuto osseo, in una età cruciale come quella della pubertà quando si accumula il 50% della massa ossea. Cosa che negli anni porta a sviluppare l’osteoporosi, una patologia che con l’anzianità esporrà le giovani fumatrici a un maggior rischio di fratture.
LO STUDIO SU 262 ADOLESCENTI
I ricercatori che hanno lavorato allo studio pubblicato sul Journal of Adolescent Health, hanno tenuto sotto osservazione 262 ragazze fumatrici e non tra gli 11 e 19 anni, dividendole in cinque gruppi (di 11, 13, 15, 17 e 19 anni). Ognuna delle adolescenti è stata sottoposta tre volte l’anno a un test per la valutazione della densità minerale ossea dell’anca e della colonna lombare (BMD, bone mineral density) e a una procedura di Mineralometria Ossea Computerizzata (MOC).
DEFICIT DI MINERALI OSSEI
Ciò che è emerso, al di fuori di ogni dubbio e di ogni fattore esterno concorrenziale – depressione, razza, peso, quantità di calcio assunto, consumo di alcolici, attività fisica media giornaliera e livelli di vitamina D -, è il fatto che le adolescenti fumatrici sono rimaste indietro di un intero anno per quel che riguarda l’accumulo di minerali ossei, rispetto alle ragazze non fumatrici. L’effetto delle sigarette sulle ossa, quindi, è rimasto evidente e si è rivelato di tipo cumulativo.
L’IMPORTANZA DELLO SPORT
Il fatto che le adolescenti con pochi anni di vizio alle spalle abbiano immediatamente riportato i «segni» del fumo sulle ossa è un elemento davvero preoccupante. Come spiega a LetteraDonna.it Filippo de Marinis, direttore della I unità operativa di pneumologia oncologica del San Camillo-Forlanini di Roma: «È arcinoto che il fumo riduca l’aspettativa di vita di dieci anni e che favorisca l’insorgere non solo di neoplasie e di problemi cardiovascolari, ma anche di patologie riguardanti le ossa».
L’EFFICACIA DEI MINIMAL ADVICE
Secondo l’esperto, a nulla valgono le campagne di sensibilizzazione promosse dal ministero della Salute piuttosto che da enti e organizzazioni; mentre sono «decisamente più efficaci i minimal advice, pochi e semplici consigli che inseriscono il polmone, per così dire, in un contesto d’aria: è quindi importante promuovere una corretta ed equilibrata alimentazione, praticare sport, dall’atletica al nuoto, meglio se all’aria aperta e al sole».
UN’ALIMENTAZIONE VARIATA
Dello stesso avviso è Paola Piattella, ginecologa del Centro Adolescenti A.I.E.D. di Roma, che pone l’accento soprattutto sull’importanza dell’alimentazione: «Il primo consiglio è, ovviamente, quello di smettere di fumare. Ma è altrettanto importante controllare l’alimentazione. Molte ragazze di quell’età, infatti, tendono a sottoporsi a diete assolutamente sbagliate, molto spesso povere di formaggi e latticini. E invece è importante soprattutto nelle adolescenti fino ai 16 anni, età cruciale per lo sviluppo di uno scheletro forte e resistente, fare quella scorta di calcio che servirà poi negli anni».
SCORTA DI CALCIO A TAVOLA
Potrà sembrare un po’ prematuro pensare all’osteoporosi durante gli anni del liceo ma studi come quello pubblicato sul Journal of Adolescent Health testimoniano come il fumo possa essere considerato un vero e proprio nemico delle ossa fin dalla giovane età. E quindi al di là del consiglio più logico, che è quello di buttare via subito il pacchetto di sigarette, importante è fare attività fisica e fare scorta di calcio a tavola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Corpo&Mente Argomenti: , , , Data: 19-04-2013 04:58 PM


Lascia un Commento

*