HEALTH

Mai più mani (e piedi) freddi

di Antonella Rossi
Un problema di circolazione diffusissimo. Che si cura con alimentazione, fitoterapia e agopuntura.
Le mani e i piedi freddi si contrano con con cure dolci e agopuntura.

Le mani e i piedi freddi si contrastano con cure dolci e agopuntura. (Thinkstock)

Mani e piedi sempre freddi. Colpa delle basse temperature, certo, ma non sempre basta coprirsi meglio per risolvere il problema. Quando guanti e calze pesanti non sono sufficienti, può esserci dietro qualcosa di più. «Fastidi stagionali di questo tipo di solito dipendono da un deficit della circolazione periferica, perché il freddo restringe i vasi sanguigni, limitando l’apporto ematico alle estremità del corpo», ha spiegato a LetteraDonna.it il dottor Ottavio Iommelli, presidente dell’AIFF, Associazione Italiana Fitoterapia e Farmacologia.
PATOLOGIE DEL MICROCIRCOLO
Con questo restringimento dei vasi il nostro organismo si difende dal freddo. A una minore superficie da scaldare, corrisponde minore perdita di calore. Il sangue si concentra così attorno agli organi vitali, cuore e cervello su tutti, «sacrificando» le estremità e la pelle, l’organo che più di ogni altro risente del clima rigido dell’inverno. A soffrire di questo disturbo sono soprattutto le donne, più soggette a patologie del microcircolo a causa del sistema ormonale.
I BENEFICI DEL GINKGO BILOBA
«Tra i rimedi più efficaci per affrontare il problema c’è innanzitutto il ginkgo biloba, pianta che la medicina naturale cinese utilizzava già 2800 anni prima di Cristo», spiega il Dottor Iommelli. «Il ginkgo biloba agisce sia sulla microcircolazione cerebrale (è infatti molto usato anche per la memoria, ndr), che su quella periferica, migliorando la sensazione del freddo alle estremità», prosegue l’esperto. «Si usa l’estratto secco delle foglie, da assumere da una a due compresse al giorno, anche se di solito ne basta una la mattina», conclude Iommelli.
ATTENZIONE IN GRAVIDANZA
Il ginkgo biloba non ha controindicazioni particolari, però bisogna evitarne l’assunzione se si prendono anticoagulanti, perché si tratta di un fluidificante, che potenzia gli effetti di questi farmaci. Attenzione anche se aspettate un bambino. «Non ci sono riscontri degli effetti che questa pianta può avere in caso di gravidanza, quindi se ne sconsiglia l’utilizzo durante l’attesa», chiarisce lo specialista.
PIÙ ENERGIA CON L’AGOPUNTURA
«Un altro rimedio molto efficace è l’agopuntura», spiega ancora il dottor Iommelli. «Per contrastare mani e piedi freddi, questa tecnica stimola i punti baxie, che si trovano negli spazi tra le dita. Gli aghi attivano il Qi, l’energia, (che nella medicina orientale corrisponde al sangue), portandola fino alle estremità del corpo. In questo modo si ottiene un miglioramento della microcircolazione», conclude l’esperto. Con l’agopuntura i risultati si vedono dopo dieci sedute, anche se molto dipende dalle reazioni del paziente, che sono sempre soggettive e variano da caso a caso.
IL BENESSERE COMINCIA A TAVOLA
Mani e piedi freddi si contrastano anche a tavola. Ottima la cannella, che stimola la circolazione e scalda il corpo, stabilizzandone la temperatura. Contiene, infatti, cumarina, un composto aromatico dalle proprietà anticoagulanti. Peperoncino e pepe nero hanno invece proprietà riscaldanti.
BAGNO CALDO E MASSAGGI
Se invece avete bisogno di un sollievo immediato, dopo una giornata fuori casa niente di meglio di una bagno caldo. Immergere mani e piedi in acqua tiepida è, infatti, il modo più veloce per riattivare il microcircolo. Si può aggiungere all’acqua qualche goccia di essenza di rosmarino o coriandolo. Entrambe le piante contengono principi attivi che stimolano la circolazione sanguigna. Le essenze si trovano in qualunque erboristeria e sono facili da utilizzare grazie a un comodo tappo contagocce. Dopo il bagno si possono massaggiare mani e piedi con qualche goccia di olio d’oliva, per proteggersi anche da secchezza e screpolature, che in questo periodo dell’anno sono sempre in agguato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Cure dolci Argomenti: , , Data: 07-02-2013 01:24 PM


Una risposta a “Mai più mani (e piedi) freddi”

  1. barracuda scrive:

    Nel mare c’e il sale che manca nella zucca della gente. In tempi andati, quando il sale era al posto giusto, era naturale vestirsi pesante e calzare pesante d’ inverno e leggeri in estate. Ora sono arrivati gli amerikani, mezzi nudi con 0 gradi con scarpe da pagliacci con solette da 2 mm invernali, poi in estate calzano scarponi e fanno i vermi dentro, buoni per la pesca. Ci pensera mamma crisi a risvegliare i sensi giunti nelle zucche vuote. Stoj kto Koba.

Lascia un Commento

*