RICERCA BENEFICA

Quando le arance fanno del bene

di Margherita Gamba
Un'iniziativa promossa dall'Airc. Per combattere il cancro. In tutte le piazze italiane. Il 26 gennaio.
Arance per finanziare la ricerca.

Arance per finanziare la ricerca.

Siete in cerca di un amico? Lo troverete nelle piazze italiane. Il 26 gennaio. Sarà li ad aspettarvi per aiutare voi e la ricerca. Quella promossa dall’Airc.
CONTRIBUIRE ALLA RICERCA
Sarà un immenso piacere stringere tra le mani una reticella di arance, consapevoli di aver contribuito a sostenere la ricerca contro il cancro. Ed è proprio questo lo scopo che l’associazione, con l’iniziativa ‘Arance della salute’, si prefigge: volontari e ricercatori distribuiranno in oltre 2600 piazze italiane migliaia di Arance Rosse di Sicilia IGP, agrumi che, grazie al loro alto contenuto di antiossidanti (in particolare antociani), si prestano a rappresentare il simbolo di un’alimentazione sana e utile.
FINANZIARE I PROGETTI
In particolare, l’obiettivo alla base dell’iniziativa è quello di portare alla ricerca oltre 3.300.000 euro e di garantire in questo modo la continuità di 505 progetti – gli Investigator Grants – svolti nelle più qualificate istituzioni di ricerca italiane. Oltre alla reticella vi verrà consegnata una piccola guida – Il cibo che allena il tuo corpo – una speciale pubblicazione in cui vengono descritti otto meccanismi chiave attraverso cui il cibo interagisce con le nostre cellule. Immancabili, poi, le più recenti raccomandazioni dell’American Cancer Society in ambito nutrizionale.
PRIVILEGIARE FRUTTA E VERDURA DI STAGIONE
E per finire anche qualche suggerimento su come fare al meglio la spesa, privilegiando frutta e verdura di stagione, perché sono alimenti dalle maggiori qualità nutrizionali. Se la cucina non è il vostro forte, niente panico. Troverete persino alcune ricette salutari, messe a punto dallo chef Moreno Cedroni. Tutte le ricette contenute nell’opuscolo sono state valutate dal punto di vista nutrizionale da Anna Villarini, ricercatrice dell’Istituto nazionale tumori di Milano.
GLI AGRUMI PER COMBATTERE ICTUS E INFARTO CEREBRALE
E ricordate che le donne che mangiano regolarmente arance, pompelmi e gli agrumi in generale sono più protette contro l’ictus e l’infarto cerebrale. Lo hanno scoperto gli scienziati della Norwich Medical School – University of East Anglia (Usa) esaminando il consumo di agrumi da parte di circa 70 mila donne americane. La ricerca, pubblicata su Stroke, puntava a scoprire i benefici generali dei flavonoidi, antiossidanti naturali presenti nella frutta, nella verdura, nel cioccolato e nel vino rosso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Corpo&Mente Argomenti: , , Data: 25-01-2013 11:45 AM


Lascia un Commento

*